NEWS

La risposta all nuovo disegno di legge per gli affitti delle case vacanze

31gen

Derecho Inmobiliario y cuestiones Fiscales

Più di 300 petizioni contro la legge sugli appartamenti turistici

Il disegno di legge che dovrebbe regolare gli affitti delle case vacanze ha generato diverse reazioni da parte dei soggetti interessati. In primo luogo, questo progetto non ha soddisfatto l'Aptur (Asociación de Apartamentos y Viviendas de Alquiler de Temporada - Associazione di Appartamenti e Abitazioni d’Affitto Stagionale), che presenterà al Registro della Consellería de Turismo, oltre 300 petizioni in merito, in quanto si considera la legge piuttosto restrittiva. In questo modo, a quasi ogni articolo del disegno di legge, corrisponderà un’argomentazione contraria. Tra alcuni di questi punti, si trova, ad esempio, il limite di 10 anni di antichità richiesto per le abitazioni destinate ad affitti turistici, l’esigenza del benestare da parte dell’assemblea condominiale, o la zonizzazione, considerata una discriminante per non concentrarsi su criteri obiettivi. La Federazione degli Hotel di Maiorca, lato suo, denuncia l’imprecisione delle infrazioni e l’immunità del proprietario, e sostiene che la legge non compie con i principi di buona regolamentazione e di buon governo. Gli albergatori, che si sono espressi contro la legalizzazione degli affitti delle case vacanze, supportano la loro posizione con temi di equità fiscale e di tutela dei posti di lavoro del settore turistico. I proprietari privati ​​e i massimi rappresentanti dell’affitto turistico ritengono che legge sia eccessivamente restrittiva. Anche il Consell Insular (Governo Insulare) ha espresso il suo parere sulla questione, considerato che ci vogliono circa due anni per redigere i regolamenti di attuazione; data per la quale, probabilmente, l'attuale governo non ci sarà già più.

È necessario raggiungere l'equilibrio sulla questione dell’affitto stagionale

La legge sull’affitto delle case vacanze, che modificherà la legge del turismo, ha come obiettivo quello di stabilire un tetto massimo di strutture turistiche, riordinare la locazione turistica e garantire il diritto all’abitazione. In breve, si tratta di una misura contro la massificazione turistica. Uno studio condotto dalla Fondazione Gadeso (che si occupa dello studio della realtà partecipativa socio-economica e culturale delle Isole Baleari) rivela che il 58% degli intervistati sono contro la legge e solo il 29% è a favore della liberalizzazione di alloggi destinati all'affitto turistico. Nella città di Palma la percentuale dei contrari è del 68%. L’argomentazione principale apportata da coloro che si schierano contro questo fenomeno, si basa sulle conseguenti difficoltà per i residenti e per i lavoratori di trovare appartamenti in affitto disponibili sul mercato. La legge deve stabilirsi nel rispetto di un necessario equilibrio tra i diritti degli utenti, dei proprietari e degli operatori del settore alberghiero. Il nostro studio di avvocati, situato nelle Baleari, ti può supportare in materia di Diritto Immobiliare, Edilizio e Urbanistico, e vanta un’ampia esperienza nella gestione di diverse operazioni immobiliari.

Nuovo

Vuoi richiedere una consulenza legale online?

Chiedici un appuntamento per parlare via Skype e risolvere comodamente i tuoi dubbi.

Consulenza on-line