NEWS

Registro della Proprietà e Catasto armonizzano i propri dati per una maggiore coordinazione tra entrambi

09nov

Derecho Inmobiliario y cuestiones Fiscales

Con la nuova riforma legislativa si fomenta l’interoperabilità tra i due registri centrati nello stesso obbiettivo: il bene immobile

L’obbiettivo è evitare l’esistenza di informazione contraddittoria, tra il Registro di Proprietà ed il Catasto, sopra una stessa proprietà

Il Catasto immobiliario è un registro amministrativo dove si specificano le caratteristiche dei beni immobili, mentre la funzione del Registro della Proprietà è quella di offrire pubblicità e sicurezza al traffico immobiliare. Fino alla data, questi due registri hanno avuto competenze differenti causando duplicità e discrepanze e provocando gran confusione ed insicurezza giuridica.

Il pilastro fondamentale della Legge 13/2015  del 24 Giugno della Riforma della Legge Ipotecaria, approvata per decreto l’8 febbraio 1946, e del testo rifuso della Legge di Catasto Immobiliare, approvato per Real Decreto Legislativo 1/2004 del 5 Marzo, è una maggiore comunicazione tra entrambe le istituzioni ( remissione reciproca di dati tra il registro della Proprietà e del Catasto) e conseguente sparizione di informazione contraddittoria. Tra le principali novità si sottolinea la semplificazione e la velocizzazione della gestione e trasmissione amministrativa e notarile, nell’ottenimento di informazione, come una notevole riduzione dei costi.

Tale bidirezionalità di informazione tra i registri, suppone che si includa la cartografia catastale, come base di rappresentazione grafica del Registro della Proprietà. In  generale si userà la cartografia catastale e, eccezionalmente, quando la legge prevede, il Registro. Questa rappresentazione grafica  delle aziende agricole andrà ad essere obbligatoria.

CAMBI PARTICOLARI

  • A partire da ora, qualsiasi accesso che supera il 5% o il 10% se si appoggia ai dati catastali, necessita la trasmissione di un espediente notarile con citazione ai confinanti.
  • Notai e cancellieri saranno responsabili degli espedienti di dominio per l’immatricolazione delle aziende agricole, la rettificazione di superficie, l’incorporazione di basi grafiche, superficie e confini, ripresa del tratto, duplicità di iscrizioni e rilascio di carichi obsoleti. In questo modo si eviterà la trasmissione tra i tribunali.
  • Il rilascio dell’espediente del registro di  vincoli ed aggravi estinti per prescrizione, scadenza o non utilizzo, non si trasmetterà da parte giudiziaria, e la competenza sarà per i Notai.
  • Pianificazione Urbanistica. Entro tre mesi a partire dalla pubblicazione di questa Legge, i municipi, porranno a disposizione dei Cancellieri, un servizio di mappe Web a tutti i piani urbanistici generali e di sviluppo, debitamente georeferenziate, per maggior sicurezza giuridica.
Nuovo

Vuoi richiedere una consulenza legale online?

Chiedici un appuntamento per parlare via Skype e risolvere comodamente i tuoi dubbi.

Consulenza on-line